Ma noi ci nutriamo solo con il cibo?

In realtà no, molte sostanze posso arrivare nel nostro organismo attraverso l’assorbimento cutaneo.
La nostra pelle che viene ogni giorno a contatto con saponi, creme, profumi o cosmetici assorbe quello che è contenuto in questi supplementi di bellezza. Di conseguenza è nata l’esigenza di ri-creare dei cosmetici che avessero come ingredienti fondamentali l’utilizzo di piante oppure olii essenziali da esse estratti.

BIO-COSMO LA NUOVA DECLINAZIONE DEL BIO nella COSMETICA 2

Esiste una Cosmesi Naturale ma si può essere certi che sia effettivamente fatta con sostanze che non danneggino il nostro organismo?
Questa domanda se la sono posta in molti e la risposta è “SI”. Esistono diversi Standard in Europa che promuovono una Cosmesi “sana”. Tra i tanti, due marchi in particolare sono riusciti ad avvicinarsi a quelle che potrebbero essere le richieste per una vera e propria certificazione biologica ed a chiarire le idee su Naturale e Biologico:
I due marchi più diffusi sono “Cosmos Standard e “Natrue” che, oltre ad essere in linea con la normativa CE 1223/2009 sulla preparazione dei cosmetici, cercano di dare un valore aggiunto di qualità e sicurezza. Questi Standard o Marchi seguono i principi della Green Chemistry (Chimica Verde), hanno particolare attenzione per il packaging e in generale per la tutela dell’ambiente.
Entrambi gli standard mettono in luce questa esigenza imponendo di rendere l’etichetta quanto più chiara ed esauriente possibile.

  • Cosmos Standard è sul mercato con due tipi di certificazione:
  1. Cosmos Organic (biologico), che garantisce la presenza di materie prime vegetali di origine biologica (20% sul prodotto finito);
  2. Cosmos Natural che stabilisce una percentuale inferiore al 2 % di sostanze di sintesi.
  • Natrue invece offre la possibilità di avere tre tipi di certificazione: Cosmetici Naturali è uno standard che conferisce alta qualità ma senza la presenza di materie prime di origine vegetale biologica; Cosmetici Naturali con Ingredienti Bio che garantisce la presenza di una percentuale più bassa di materie prime vegetali biologiche (il 15% sul prodotto finito); Cosmetici Biologici che ne contiene il 20%.


Un po’ come è accaduto per l’alimentare questi due Standard, attualmente i più affidabili, si propongono di fare da precursori ad una vera e propria Certificazione per quello che riguarda il settore Bio-Cosmetico.



Biocosmesi

Quando parliamo di Biocosmesi, non intendiamo solo le linee di prodotti per l’idratazione, ma tutta la cosmesi. Couleur Caramel è una linea di make-up naturale della azienda Hps di Milano. Quindi non solo creme idratanti al burro di karitè oppure all’ aloe, ma un’intera linea per il make up: rossetti, fondotinta, fard, mascara e tutta quella gamma di prodotti che si utilizza per la valorizzazione del viso.

La linea Couleur Caramel nasce nel 2003 e si contraddistingue per la resa professionale dei suoi prodotti. La linea associa materie prime naturali a moderne tecnologie rispettando la qualità, l’ambiente ed i rapporti umani. Questo impegno non si ferma al prodotto in sé, ma prosegue nella scelta del packaging che è quasi totalmente di materiale riciclato oppure riciclabile. Per questo suo sforzo di utilizzare materie prime naturali e sostenibili Hps ha scelto di certificare i prodotti della linee a Couleur Caramel, così da evitare la confusione ancora presente nel mondo della biocosmesi e dare trasparenza. Pertanto rappresenta una degli esempi delle linee cosmetiche biologiche controllate che esiste in mercato, che cresce alla richiesta di trasparenza e chiarezza sugli ingredienti utilizzati e su quello che può essere definito realmente biologico.

a cura di Veronica Martino

Annunci