excarcere_tirano-490


il carcere non come luogo di chiusura, ma di apertura..

un gruppo di artisti di Street Art ha decorando i muri della struttura nell’ex carcere mandamentale di Tirano per la festa di compleanno della comunità Il Gabbiano onlus, che celebrando i 30 anni di attività ha voluto presentare il progetto di riconversione in centro di accoglienza e di recupero utilizzando forme di comunicazione e grafica  proprie dei contesti urbani e metropolitani.



Questo slideshow richiede JavaScript.



l’ex carcere dismesso… utilizzato negli anni ’60 e ’70 per pene brevi, fino a sei mesi, queste strutture – chiamate case mandamentali – sono divenute obsolete dopo l’introduzione delle misure alternative. In attività il carcere accoglieva 12 detenuti.



Il carcere mandamentale di Tirano è stato realizzato nella località denominata Giustizia, a ridosso dell’area industriale, alla periferia della città: all’epoca del dominio Grigione sulla Valtellina, tra il 1512 e il 1797, in quell’area venivano giustiziati i malviventi condannati alla pena capitale.

Questo slideshow richiede JavaScript.



come sarà…..

Street Art e Writing a Tirano nel’ex carcere mandamentale di Tirano 60



Spazio aperto per Imprevisti artistici  e Probabilità sociali – l’evento organizzato dalla Comunità IL GABBIANO

 

 



Questo slideshow richiede JavaScript.



Sono 11 gli artisti che hanno partecipato all’iniziativa veicolati da Studio D’Ars di Milano e  Square23 di Torino. A. Caligaris, Andrea “Ravo” Mattoni, Corn79, Etnik, MrFijodor, Opiemme, Orticanoodles, Puro, Seacreative, Urbansolid, Tenia, Encs e Skià, sono stati gli artisti ad intervenire all’interno e all’esterno degli spazi della struttura penitenziaria.

 

 



Un  live painting ha permesso di approfondire la conoscenza sulla realizzazione di grandi opere con tecniche diverse e far capire le differenze fra opera d’arte e quella che spesso è considerata atto vandalico.

Diverse le tecniche che sono state mostrate: dal murales allo stencil, dalla bomboletta tipica dei writer al pennello. Ecco che l’ex carcere diventa uno spazio di apertura e di rapporto con l’esterno e la società.



Gli artisti nell’ex carcere «Insieme cultura e sociale»



 

Questo slideshow richiede JavaScript.



 

Questo slideshow richiede JavaScript.



l’articolo è curato da GianMario Folini

 

Annunci